Leggere ai figli e crescere come padri: uno studio qualitativo sugli effetti della lettura per i padri che leggono ad alta voce

##plugins.themes.bootstrap3.article.main##

MariaElena Scotti

Abstract

A fronte di molti studi che evidenziano le valenze positive della lettura in famiglia per bambini/e, l’articolo riporta parte dei risultati di una ricerca che, modificando il punto di osservazione dai figli ai genitori, ha indagato gli esiti di tale pratica sui padri che abitualmente leggono a figli/e dai tre ai sei anni. Utilizzando una metodologia qualitativa, sono state condotte interviste semi-strutturate a dieci padri lettori, eterogenei per caratteristiche socio- demografiche, analizzate poi con gli strumenti della Clinica della Formazione. I risultati mostrano la consapevolezza dei padri di aver appreso nuove competenze e nuove conoscenze che contribuiscono alla costruzione di un sapere legato ad una rinnovata relazione paterna. 

##plugins.themes.bootstrap3.article.details##

##submission.howToCite##
SCOTTI, MariaElena. Leggere ai figli e crescere come padri: uno studio qualitativo sugli effetti della lettura per i padri che leggono ad alta voce. Lifelong Lifewide Learning, [S.l.], v. 13, n. 29, p. 42-58, lug. 2017. ISSN 2279-9001. Disponibile all'indirizzo: <http://www.edaforum.it/ojs/index.php/LLL/article/view/67>. Data di accesso: 24 nov. 2017 doi: https://doi.org/10.19241/lll.v13i29.67.
Parole chiave
lettura; padri; formazione; letteratura_dell_infanzia
Sezione
Ricerche

Riferimenti bibliografici

Amaturo, E.(2012). Metodologia della ricerca sociale. Torino: Utet Università.

Ascenzi, A. (2013). La letteratura per l’infanzia come “fonte” per la storia dei processi culturali e formativi. In F. Bacchetti (Ed.), Percorsi della letteratura per l'infanzia: Tra leggere e interpretare (pp.29-48). Bologna:Clueb

Antonacci, F. & Cappa, F.(2001). Riccardo Massa. Lezioni su 'La peste, il teatro, l'educazione'. Milano: Franco Angeli.

Araújo L. e Costa P. (2015), Home book reading and reading achievement in EU countries: the Progress in International Reading Literacy Study 2011 (PIRLS). Educational Research and Evaluation, 21(5-6), 422-438. doi: 10.1080/13803611.2015.1111803

Baker, L., Scher, D., & Mackler, K. (1997). Home and family influences on motivations for reading. Educational Psychologist, 32, 71-82.

Barachetti, C., & Lavelli, M. (2007). Leggere con i bambini piccoli: sviluppi e recenti direzioni della ricerca sull'interazione durante la lettura congiunta. Giornale italiano di psicologia, 2, 277-302. doi: 10.1421/24624

Barone, P., Orsenigo, J., & Palmieri, C. (2002). Riccardo Massa: Lezioni su ‘l’esperienza della follia’. Milano: Franco Angeli.

Bartanusz, S., & Sulova, L. (2003). Functional analysis of the communication between the young child and his father or mother when reading a book. European Journal of psycology of education, 18, 113-134.

Bergeron, E. (2009). Expériences de lecture à L.I.R.E. à Paris. Toulouse: ERES.

Beseghi E. (2011). La mappa e il tesoro. Percorsi nella letteratura per l'infanzia. In E. Beseghi & G. Grilli (Eds.), La letteratura invisibile: Infanzia e libri per bambini (pp.59-85). Roma: Carocci.

Blanden, J. (2006). 'Bucking the trend': what enables those who are disadvantaged in childhood to succeed later in life?: a report of research. Leeds: Corporate Document Services.

Bruner, J. S. (2002). La fabbrica delle storie (M.Carpitella, trad.). Bari: Laterza.

Bruner, J. S. (2005). La mente a più dimensioni (M.Carpitella & R. Rini trad.). Bari: Laterza. (orig. pubblicato 1986)

Campagnaro, M. (2011). Narrare per immagini. Uno strumento per l'indagine critica. Lecce: Pensa Multimedia.

Cappa, F. (Ed.). (2009). Foucault come educatore: Spazio, tempo, corpo e cura nei dispositivi pedagogici. Milano: Franco Angeli.

Cappa, F. (Ed.). (2014). Metodo e qualità dell'esperienza scolastica. Milano:Franco Angeli.

Canevaro, A. (Ed.). (2007). L'integrazione scolastica degli alunni con disabilità: Trent'anni di inclusione nella scuola italiana. Trento: Erickson.

Clarck, C. (2009). Why fathers matter to their children literacy. Retrieved
November 25, 2012, from: http://www.literacytrust.org.uk .

Clark, C. (2012). Boys' Reading Commission 2012: A Review of Existing Research Conducted to Underpin the Commission. January 20, 2013, from: http://www.literacytrust.org.uk.

Creswell, J.W., & Plano Clark, V.L. (2011). Designing and conducting mixed methods research. Los Angeles-London: Sage.

Dallari, M. (2012). Testi in testa: parole e immagini per educare conoscenze e competenze narrative. Trento: Erickson.

Dallari, M. (2013). Raccontare come pratica di cura. In Campagnaro, M., & Dallari, M. Incanto e racconto nel labirinto delle figure: albi illustrati e relazione educativa. Trento: Erickson.

Demetrio, D. (1990). L'età adulta. Teorie dell’identità e pedagogie dello sviluppo. Firenze: La Nuova Italia

Dermott, E. (2008). Intimate fatherhood. London: Routledge.

Dewey, J. (2004). Democrazia e educazione (E. Agnoletti & P.Paduano trad.). Firenze: Sansoni. (orig. pubblicato 1916)

Duursma, E. P. (2011). Who’s reading to children in low‐income families? The influence of paternal, maternal and child characteristics. Early Child Development and Care, 181(9), 1163-1167.

Eco, U. (2002). Lector in fabula: la cooperazione interpretativa nei testi narrativi. Milano: Bompiani. (orig. pubblicato 1979)

Evans, M., Shaw D., & Bell M. (2000). Home literacy activities and their influences on early literacy skills. Canadian journal of experimental Psychology, 54, 65-75.

Ferrante, A., & Sartori, D. (2012). La riflessione pedagogica tra educazione formale e informale. Education Sciences & Society, 3(2), 24-34.

Foucault, M. (2014). Sorvegliare e punire: nascita della prigione (A.Tarchetti, trad) Torino: Einaudi. (orig. pubblicato 1975)

Franza, A. (1992). Il congegno metodologico. In R.Massa (Ed), La clinica della formazione: un'esperienza di ricerca. Milano: Franco Angeli.

Frijters, J.C., Barron, R.W. & Brunello M. (2000). Direct and mediated influences of home literacy and literacy interest on prereaders' oral vocabulary and early written language skill. Journal of Educational Psychology, 92 (3), 466-477.

Gianturco G. (2004). L’intervista qualitativa: Dal discorso al testo scritto. :Guerini.

Ginsburg, C. (2000). Miti, emblemi e spie. Einaudi: Torino. (orig. pubblicato 1986)

Kalb, G., & Van Ours, J. C. (2014). Reading to young children: A head-start in life?. Economics of Education Review, 40, 1-24.

Kanizsa, S. (1998). Che ne pensi? L'intervista nella pratica didattica. Roma: Carocci.

Knowland V. and Formby S. (2015), Early literacy practices at home in 2015: third annual survey of parents, retrieved from: http://www.literacytrust.org.uk .

Maggioni, G. (Ed.). (2000). Padri nei nostri tempi: ruoli, identità, esperienze. Roma: Donzelli.

Manetti, S. (2006). Nati per Leggere, un intervento di comunità: a che punto siamo?. Quaderni acp, 13 (5), 195-198.

Manguel, A. (2009). Una storia della lettura (G.Guadalupi, trad.). Milano: Feltrinelli. (orig. pubblicato 1997)

Marcialis P. (Ed.).(2015) Educare e ricercare. Oltre la fine della pedagogia nella cultura contemporanea. Milano: Franco Angeli.

Massa, R. (1987). Le tecniche e i corpi: verso una scienza dell’educazione. Milano: Unicopli.

Massa, R. (Ed.). (1992). La clinica della formazione: un'esperienza di ricerca. Milano: Franco Angeli.

Massa, R. (1997). Cambiare la scuola: educare o istruire?. Roma-Bari: Laterza.

Moore, M., & Wade, B. (2003). Bookstart: a qualitative evaluation. Educational Review, 55(1), 3-13

Morrow, L. M., & Young, J. (1997). A Collaborative Family Literacy Program: The Effects on Children’s Motivation and Literacy Achievement. Early Child Development and Care, 127, 13-25.

Mortari, L. (2006). La pratica dell'aver cura. Milano: Bruno Mondadori.

Mottana, P. (1998). Formazione e affetti: il contributo della psicoanalisi allo studio e alla elaborazione dei processi di apprendimento. Roma: Armando.

Nicolajeva, M., & Scott, C. (2001). How picturebooks work. New York-London: Routledge.

Orsenigo, J. (2008). Lo spazio paradossale: esercizi di filosofia dell’educazione. Milano: Unicopli.

Palmieri, C. (2003). La cura educativa. Riflessioni ed esperienze tra le pieghe dell'educare. Milano: Franco Angeli.

Phillips, L. M., & Norris, S. P. A., J. (2008). Unlocking the door: Is parents'
reading to children the key to early literacy development? Canadian Psychology, 49 (2), 82-85.

Recalcati, M. (2011). Cosa resta del padre? La paternità nell’epoca ipermoderna. Milano: Cortina.

XXX, (2017).Padri lettori: analisi delle caratteristiche dei padri che leggono ai figli per promuovere un loro maggior coinvolgimento. Orientamenti Pedagogici, 64 (1), 89-115

Smorti, A. (1994). Il pensiero narrativo: costruzione di storie e sviluppo della conoscenza sociale. Firenze: Giunti.

Storch,S.A., & Whitehurst, G.J. (2000). language and code-related precursors to reading: Evidence from a longitudinal structural model. National Household Education Survey Home Literacy Activities and Signs of Children's Emerging Literacy, 1993 and 1999. Education Statistics Quarterly, 1 (2), 19-27.

Terrusi, M. (2012). Albi illustrati: leggere, guardare, nominare il mondo nei libri per l'infanzia. Roma: Carocci.

Ulivieri Stiozzi, S. (2008). Pensarsi padri: Narrazioni nel corso del tempo. Milano: Guerini.

Valentino Merletti, R., & Paladin, L. (2012). Libro fammi grande: leggere nell'infanzia. Campi Bisenzio: Idest.

Zajczyk, F., & Ruspini, E. (2008). Nuovi padri? Mutamenti della paternità in Italia e in Europa. Milano: Dalai.

Zoja, L. (2000). Il gesto di Ettore. Preistoria, storia, attualità e scomparsa del padre. Torino: Bollati Boringhieri.

Zuckerman, B. (2009). Promoting early literacy in pediatric practice: twenty years of Reach out and read. Pediatrics, 124 (6), 1660-1665.