Chiavi di lettura tra le righe del carcere minorile: un punto di vista pedagogico.

Main Article Content

Marco Brancucci

Abstract

Questo saggio breve mira ad illustrare l’importanza e la peculiarità della lettura nelle carceri minorili, da un punto di vista pedagogico. Il focus è posto sulle tipologie di giovani lettori detenuti, i loro interessi di lettura, e sull’organizzazione regolamentata del servizio bibliotecario in carcere, coordinato e promosso dalla figura dell’educatore penitenziario. 

Article Details

Sezione
Buone pratiche ed esperienze
Biografia autore

Marco Brancucci, Università degli Studi di Bari "Aldo Moro"

Dottorando di ricerca al terzo anno del Corso di “Scienze delle Relazioni Umane – curriculum in Dinamiche formative e educazione alla politica” (XXX ciclo) - Dipartimento di Scienze della Formazione, Psicologia e Comunicazione - Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”

Funzionario della Professionalità Pedagogica presso Istituto Penale per Minorenni di Bari “Nicola Fornelli”- Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità - Ministero della Giustizia

Riferimenti bibliografici

Antigone (2015). Ragazzi fuori. Terzo rapporto di Antigone sugli Istituti Penali per Minori. Roma: Antigone.
Becker, H.S. (1987). Outsiders. Saggi di sociologia della devianza (C.L. Vuadens, M. Croce & D. Brignoli, trad.). Torino: Gruppo Abele.
Benelli, C. (2012). Coltivare percorsi formativi. La sfida dell’emancipazione in carcere. Napoli: Liguori. Bertolini, P., Caronia, L. (1993). Ragazzi difficili. Pedagogia interpretativa e linee di intervento. Firenze:
La Nuova Italia.
Beseghi, E. (2002). Leggere. In C. Laneve, Vivere in città (pp. 165-184). Brescia: La Scuola.
Blezza Picherle, S. (2004). Libri, bambini, ragazzi. Incontri tra educazione e letteratura. Milano: V&P.
Bortolotto, T. (2002). L’educatore penitenziario: compiti, competenze e iter formativo. Proposta per un’innovazione. Milano: FrancoAngeli.
DAP (2015, Circolare 2 novembre). Possibilità di accesso ad Internet da parte dei detenuti. Disponibile da http://www.ristretti.it/commenti/2015/novembre/pdf/circolare_dap.pdf
Del Gobbo, G. (2016). Formarsi nei contesti penitenziari. In C. Benelli & G. Del Gobbo, Lib(e)ri di formarsi. Educazione non formale degli adulti e biblioteche in carcere (pp. 49-88). Pisa: Pacini.
Dellisanti, A. (1997). La figura dell’educatore nell’amministrazione penitenziaria. Compiti e ruolo, bilancio dell’esperienza e prospettive in vista dell’attuazione dell’area educativa. Rassegna penitenziaria e criminologica, 1-2 (1), 149-178.
De Santis, M. (n.d.). Il fascino dei romanzi criminali. Disponibile il 12 febbraio 2017 da http:// ilmiolibro.kataweb.it/articolo/scrivere/1083/il-fascino-dei-romanzi-criminali/
Centro Europeo di Studi di Nisida (n.d.). Osservatorio e banca dati sul fenomeno della devianza minorile in Europa. Disponibile da http://www.centrostudinisida.it/
Corriere della Sera (2015, 30 dicembre). Duecento libri per il carcere di Nisida. Ai ragazzi dono “letterario” da Polla. Corriere della Sera. Disponibile il 25 febbraio 2017 da http:// corrieredelmezzogiorno.corriere.it/
Fiorentin, F. (2013). Esecuzione penale e misure alternative alla detenzione. Normativa e giurisprudenza ragionata. Milano: Giuffrè.
Freinet, C. (1969). Le mie tecniche. Firenze: La Nuova Italia.
Giancane, D. (2005). Leggere, che passione! La letteratura per l’infanzia: leggere, scrivere, interpretare,
itinerari multiculturali. Bari: Cacucci.
Invernizzi, G. (2005). Le biografie dell’abbandono. Per una pedagogia della narrazione nel lavoro
con storie di grave marginalità. Animazione Sociale, 198, 77-83.
Melli, E. (produttore esecutivo), & Placido, M. (regista). (2010). Vallanzasca. Gli angeli del male
[DVD]. Italia, Francia, Romania: 20th Century Fox Italia.
Moccia, F. (2004). Tre metri sopra il cielo. Milano: Feltrinelli.
Pavese, C. (1938, 10 ottobre). Il mestiere di vivere: diario 1935-1950. Torino: Einaudi. Pennac, D. (2000). Come un romanzo. Milano: Feltrinelli.
Ristretti Orizzonti (n.d.). Servizi bibliotecari ai detenuti. Disponibile il 30 gennaio 2017 da http:// www.ristretti.it/areestudio/cultura/biblioteche/guida.htm 3/9.
Rossi, P.G., Giannandrea, L., & Magnoler, P. (2010). Mediazione, dispositivi ed eterotopia. Education. Sciences & Society, 1, 101-116.
Saviano, R. (2006). Gomorra. Milano: Mondadori.
Sofri, A. (2014, 3 luglio). Se i libri negati dietro le sbarre diventano l’ultima pena. La Repubblica.
Disponibile da http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/
Toppino, A. (2011, 06 ottobre). Angelo. L’uomo che fa evadere i carcerati con i libri [intervista di G. Culicchia]. La Stampa, p. 83. Disponibile da http://www.detenzioni.eu/doc/La %20Stampa_Toppino_pagSingola.pdf
Tramma, S. (2012). Legalità illegalità. Il confine pedagogico. Roma-Bari: Laterza.