Involuzione motoria nei bambini in età scolare: il ruolo della walkability.

##plugins.themes.bootstrap3.article.main##

Valentina Biino
Nicola Lovecchio
Matteo Giurato

Abstract





I cambiamenti secolari nelle performance aerobiche hanno mostrato un declino dei livelli di fitness aerobica molto coerente tra le età, il sesso e le aree geografiche, ma non è stato lineare nel tempo. I fattori che determinano sedentarietà e scarsa attività fisica possono essere di diversa natura: individuali, socioculturali, ambientali e urbanistici. La camminabilità (WA) nei quartieri è un aspetto di questi. Lo scopo di questo studio è stato quello di determinare e analizzare i vari fattori individuali ed ambientali che riescono a spiegare trend involutivi (2013-2019) di fitness fisica che caratterizzano oggi la popolazione. Lo studio si basa su un confronto di due campioni di bambini (220 soggetti; 2019: 220 soggetti) rispetto ai benefit che facilitano la WA e l’attività fisica, il livello di capacità aerobica (VO2max) e le caratteristiche antropometriche. I risultati della ricerca indicano che c’è stato negli anni un investimento nelle infrastrutture, in linea con la continua urbanizzazione globale associato ad un declino del VO2max ed un aumento significato dei benefit (solo nel 2019) con il BMI invariato tra 2013 e 2019 potrebbe suggerire che, un aumento dei benefit non è l’unica componente che può favorire il movimento. Inoltre, sono state trovate significative correlazioni negative tra VO2max e WA e positive tra Benefit e WA.





##plugins.themes.bootstrap3.article.details##

Sezione
Sezione a tema libero