L’impatto della pandemia sulla didattica: percezioni, azioni e reazioni dal mondo della scuola

##plugins.themes.bootstrap3.article.main##

Diego Izzo
Barbara Ciurnelli

Abstract

La pandemia causata dal diffondersi del Covid-19 ha fatto sì che la scuola raccogliesse una nuova sfida: quella di una profonda ristrutturazione delle attività didattiche, con conseguente riverbero sulle dimensioni psicologiche e pedagogiche di insegnanti, studenti e genitori. In un periodo dominato da paure e incertezze per il futuro, l’obiettivo di una nuova modalità didattica avrebbe dovuto avere un duplice compito: di garantire la continuità degli apprendimenti, seppur con metodologie alternative, e il mantenimento della relazione tra gli studenti e con gli insegnanti. Attraverso un excursus di alcune ricerche sul tema, il presente contributo ha voluto esplorare il vissuto esperienziale ed emotivo proprio dei principali protagonisti delle istituzioni scolastiche, con riferimento a un’indagine condotta dal nostro gruppo di ricerca: l’obiettivo è quello di fornire uno spunto di riflessione sulla didattica a distanza e quanto sia effettivamente riuscita nell’intento di rendere la scuola un luogo di coesione, di unione nel distanziamento sociale.

##plugins.themes.bootstrap3.article.details##

Sezione
Call 36 (numero speciale) - COVID19 Ricerche e risposte dal sistema dell'istruzi