Le eco-narrazioni come dispositivo pedagogico sfidante dell’Agenda 2030. Educare alla sostenibilità ambientale: dalle favole cosmiche ai green books

##plugins.themes.bootstrap3.article.main##

Maria Ermelinda De Carlo

Abstract

L’articolo indaga le possibilità delle eco-narrazioni di essere inserite all’interno dei curricula di educazione civica delle scuole per mobilitare le competenze di cittadinanza e promuovere gli obiettivi dell’Agenda 2030. L’ambiente e le storie per raccontarlo diventano il fulcro di analisi e riflessione sulle green competences attraverso la descrizione di scuole che hanno costruito la propria mission sul green. Le favole cosmiche di Maria Montessori e una vasta scelta di green books a livello nazionale e internazionale entrano nelle pratiche didattiche attraverso la lettura ad alta voce, che diventa un potente dispositivo pedagogico anche per attivare comportamenti sostenibili green. Come dimostrato da numerose ricerche sperimentali e dagli studi delle neuroscienze, l’esposizione alla lettura ad alta voce non solo agisce sulle funzioni cognitive e connessioni neurali, ma apporta benefici significativi anche in termini di costruzione dell’identità dell’empowerment; capacità riflessive, di orientamento, controllo e strutturazione del reale.

##plugins.themes.bootstrap3.article.details##

Sezione
Sezione a tema libero