Allievi con DSA: comprensione e memorizzazione del testo.

##plugins.themes.bootstrap3.article.main##

Lucia Chiappetta Cajola Amalia Rizzo Marina Chiaro Marianna Traversetti

Abstract

Nella lettura, gli allievi con disturbo specifico di apprendimento (DSA) affrontano anche difficoltà di comprensione del testo. Attualmente non si dispone di indicazioni sui loro livelli di comprensione probabilmente anche a causa di uno scarso utilizzo di strumenti specifici. Nella prospettiva della full inclusion e dell’Evidence Based Education in campo educativo speciale, tale questione è stata affrontata nell’ambito di una più ampia ricerca volta ad indagare la promozione del metodo di studio. La ricerca si è posta anche l’obiettivo di indagare i processi e le strategie di comprensione e di memorizzazione degli allievi con DSA, mediante l’impiego del Questionario sulle Strategie di Apprendimento ridotto (QSAr), messo a punto da Pellerey. I risultati presentati intendono fornire un contributo per focalizzare i processi sottesi alla comprensione del testo anche degli allievi con DSA e aprono prospettive di future possibilità di indagini e approfondimenti. 

##plugins.themes.bootstrap3.article.details##

##submission.howToCite##
CHIAPPETTA CAJOLA, Lucia et al. Allievi con DSA: comprensione e memorizzazione del testo.. Lifelong Lifewide Learning, [S.l.], v. 13, n. 29, p. 59-77, lug. 2017. ISSN 2279-9001. Disponibile all'indirizzo: <http://www.edaforum.it/ojs/index.php/LLL/article/view/72>. Data di accesso: 23 set. 2017 doi: https://doi.org/10.19241/lll.v13i29.72.
Parole chiave
comprensione del testo, disturbi specifici di apprendimento, inclusione, Evidence-Based-Education.
Sezione
Ricerche

Riferimenti bibliografici

Agenzia Europea per lo Sviluppo dell’Istruzione degli Alunni Disabili (2009). Principi Guida per promuovere la qualità nella Scuola Inclusiva – Raccomandazioni Politiche, Odense, Danimarca: European Agency for Development in Special Needs Education

Alessandrini, G. (2007). Comunità di pratica e società della conoscenza. Roma: Carocci-Le Bussole

Anderson, J. R. (1978). Arguments Concerning Representations for Mental Imagery. Psychological Review, 85, 249-77.

American Psychiatric Association (2014). Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. DSM-5. Milano: Raffaello Cortina Editore

Brown, A.L. (1984). Metacognition, executive control, self-regulation, and other even more musterious mechanism. In F.E. Weinert, R.H. Kluwe (eds) Metacognition, motivation, and learning. Stuttgard, west Germany, Kuhlhammer, 60-108.

Brown, A. L., Armbruster, B. & Baker, L. (1986). The role of metacognition in reading and studying. En Judith Orasanu (ed.). In Reading comprehension: From research to practice, 49-76.

Calvani, A. (2011). «Decision Making» nell’istruzione. «Evidence Based Education» e conoscenze sfidanti. Journal of Educational, Cultural and Psychological Studies (ECPS), 3 (2001), 77-99. Retrieved from http://www.ledonline.it

Calvani, A. (2012). Per un’istruzione evidence based. Analisi teorico metodologica internazionale sulle didattiche efficaci ed inclusive. Trento: Erickson.

Calvani, A. (2014). Come fare una lezione efficace. Roma: Carocci- Faber

Carretti, B., Cornoldi, C., De Beni, R. & Romanò, M. (2005). Updating in working memory: Acomparison of good and poor comprehenders. In Journal of Experimental Child Psychology, 91, 45-66.

Carretti, B., Cornoldi, C. & De Beni, R. (2002). Il disturbo specifico di comprensione del testo scritto. In S. Vicari & C. Caselli (eds) Neuropsicologia dello sviluppo. Bologna: Il Mulino.

Cataldo, M. G. & Cornoldi, C. (1998). Self-monitoring in poor and good reading comprehenders and their use of strategy. In British Journal of Developmental Psychology, 16,155-65.

Chiappetta Cajola, L. (1999). L’organizzazione della scuola e i processi decisionali. In G. Domenici (a cura di). Progettare e governare l’autonomia scolastica. Napoli: Tecnodid, pp.21-44.

Chiappetta Cajola, L. (2008). Didattica per l’integrazione. Processi regolativi per l’innalzamento della qualità dell’istruzione. Roma: Anicia

Chiappetta Cajola, L. (2013). La musica nell’organizzazione didattica inclusiva: gli alunni con Disturbi Specifici di Apprendimento. In A.L. Rizzo, M. Lietti (eds), Musica e DSA. La didattica inclusiva dalla scuola dell’infanzia al conservatorio, 23-4. Milano: Rugginenti

Chiappetta Cajola, L. (2017). Strategie didattiche inclusive: il ruolo dei fattori ambientali dell’ICF-CY per il successo formativo degli allievi. La ricerca-formazione con gli insegnanti. In G. Domenici, C. Coggi, G. Zanniello. Strategie didattiche integrate per il successo scolastico e l’inclusione, vol1, 319-340. Roma: Armando editore.

Chiappetta Cajola, L. & Ciraci A.M. (2013). Didattica inclusiva. Quali competenze per gli insegnanti? Roma: Armando Editore

Chiappetta Cajola, L. & Traversetti, M. (2016). Il metodo di studio come «prima misura compensativa» per l’inclusione degli allievi con DSA: progetto per una ricerca esplorativa sulle scelte inclusive della scuola primaria e secondaria di primo grado. Journal of Educational, Cultural and Psychological Studies (ECPS), 14 (2016), 127-151. Retrieved from http://www.ledonline.it

Cohen, L., Manion, L. & Morrison K. (2007). Research methods in education (6° edition). London and New York, Routledge.

Commission of the European Communities (2016). Adult learning: It is never too late to learn. COM(2006) 614 final. Brussels, 23.10.2006.

Cornoldi, C. (1995). Metacognizione ed Apprendimento. Bologna: Il Mulino.

Cornoldi, C., Tressoldi, P.E., Tretti, M.L. & Vio, C. (2010). Il primo strumento compensativo per un alunno con dislessia: un efficiente metodo di studio. In Giornale Italiano di ricerca e clinica applicativa: Dislessia, vol. 7, 1, pp.77-87.

Cornoldi, C., Colpo, G. & gruppo MT (1981). La verifica dell’apprendimento e Prove oggettive MT di lettura. Firenze. Giunti O.S.

Creswell J. W., & Plano Clark V. L. (2011). Designing and Conducting Mixed Methods Research. Thousand Oaks, CA: Sage.

De Beni, R. & Palladino, P. (2000),. Intrusion errors in working memory tasks: Are they related toreading comprehension ability? “Learning and Individual Differences”, 12, pp.131-43.

De Beni, R. & Pazzaglia, F. (1995). La comprensione del testo: modelli teorici e programmi di intervento. Torino: UTET.

De Beni, R., & Pazzaglia, F. (2003). La teoria metacognitiva applicata alla comprensione della lettura: dalla riflessione sulle conoscenze all’introduzione di variabili emotivo-motivazionali. O. Albanese, PA Doudin, D. Martin (eds), Metacognizione ed educazione. Processi, apprendimenti, strumenti. Milano: FrancoAngeli

Doganay Bilgi, A. & Ozmen, E. R. (2014). The Impact of Modified Multi-Component Cognitive Strategy Instruction, Acquisition of Metacognitive Strategy Knowledge in the Text Comprehension Process of Students with Mental Retardation. In Educational Sciences: Theory and Practice, 14(2), 707-14.

Domenici, G. (2006). Metodologia della ricerca educativa. Roma: Monolite

Domenici, G. & Chiappetta Cajola, L. (2005). Organizzazione didattica e valutazione. Roma: Monolite

Esposito, A. & Chiappetta Cajola, L. (2012). I disturbi specifici di apprendimento. Roma: Anicia

Gernsbacher., M. A. & Faust, M. (1995). Skilled suppression. In F. N. Dempster & C. N. Brainerd (Eds.), interference and inhibition in cognition, 295,327. San Diego. CA: Academic Press.

Gough, P. B., & Tunmer, W. E. (1986). Decoding, reading, and reading disability. Remedial and Special Education, 7(1), 6-10

Hanemann U. (2015), Lifelong literacy: Some trends and issues in conceptualising and operationalising literacy from a lifelong learning perspective, Rev Educ, 1- 38, DOI 10.1007/s11159-015-9490-0. Ultimo accesso 13 aprile 2017.

Hattie, J. (2015). Visible Learning into Action: International Case Studies of Impact. Routledge.

INVALSI (2013). Rilevazioni nazionali sugli apprendimenti 2012-13. Retrieved from http://www.invalsi.it

ISFOL PIAAC-OCSE (2014). Rapporto nazionale sulle Competenze degli Adulti. Roma: ISFOL

Just, M. A & Carpenter, P.A. (1980). A theory of reading: From eye fixations to comprehension. In Psychological Review, 87 (4), 329-354

Legge 8 ottobre 2010, n. 170. Nuove norme in materia di disturbi specifici di apprendimento.

Lucisano, P. & Salerni, A. (2012). Metodologia della ricerca in educazione e formazione. Roma: Carocci

Margottini, M. (2017). Il rilievo delle competenze strategiche nel “Modello di intervento didattico-orientativo, integrato, modulare e flessibile”. In G. Domenici, C. Coggi, G. Zanniello. Strategie didattiche integrate per il successo scolastico e l’inclusione, vol1, 293-312. Roma: Armando editore.

Mitchell, D. (2014). What Really Works in Special and Inclusive Education: Using Evidence-based Teaching Strategies. (2nd ed.) London: Routledge

MIUR (2011). Linee guida per il diritto allo studio degli alunni e degli studenti con disturbi specifici di apprendimento.

MIUR (2012). Indicazioni nazionali per il curricolo della scuola dell’infanzia e del primo ciclo d’istruzione. Retrieved from http: //www.indicazioninazionali.it

MIUR (2015). L’integrazione scolastica degli alunni con disabilità a.s.2014/2015.

Nation, K. & Snowling, M.J. (2000). Factors influencing syntactic awareness skills in normal readers and poor comprehenders. In Applied Psycholinguistics (21), 229,241

OECD, (2009). Publications PISA 2009 Results. Retrieved from http://www.oecd.org/pisa/

OECD, (2013). Publications PISA 2013 Results. Retrieved from http://www.oecd.org/pisa/

OECD, (2016). Publications PISA 2016 Results. Retrieved from http://www.oecd.org/pisa/

Palladino, P., Cornoldi, C., De Beni, R., & Pazzaglia, F. (2001). Working memory and updating processes in reading comprehension. Memory & cognition, 29(2), 344-354.

Paoletti, G. (2001). Saper studiare. Roma: Carocci

Pellerey, M. (1996). Questionario sulle strategie di apprendimento (QSA). Roma: LAS

Pellerey, M. (2015). Questionario sulle strategie di apprendimento. Versione ridotta (QSAr). Retrieved from www.competenzestrategiche.it

Pellerey, M., GrząDziel, D., Margottini, M., Epifani, F. & Ottone, E. (2013). Imparare a dirigere se stessi. Progettazione e realizzazione di una guida e di uno strumento informatico per favorire l’autovalutazione e lo sviluppo delle proprie competenze strategiche nello studio e nel lavoro. CNOSFAP, Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

Perfetti, C. A. (1985). Reading ability. Oxford University Press.

Perfetti, C.A. & Goldman, S.R. (1976). Discourse memory and reading comprehension skill. In “Journal of Verbal Learning and Verbal Behavior”,15, 33-42

Perfetti, C. A., & Lesgold, A. M. (1977). Discourse comprehension and sources of individual differences.

Rosenshine, B. & Meister, C. (1994). Reciprocal Teaching: A Review of the Research. In Review of Educational Research, 64(4), 479-530. Retrieved from http://journals.sagepub.com

Slamecka, N.J. & Graf, P. (1978). The generation Effect: Delineation of a Phenomenon. In Journal of Experimental Psychology: Human Learning and Memory, 4 (6), 592-604.

Stella, G. (2001). In classe con un allievo con disordini dell'apprendimento. Milano: Fabbri Editori

Stella, G., & Grandi, L. (2011). Come leggere la dislessia e i DSA. Firenze: Giunti Scuola

Tressoldi, P. E., & Vio, C. (2012). Il trattamento dei disturbi specifici dell'apprendimento scolastico. Edizioni Erickson.

UNESCO (2005). Guidelines for Inclusion: Ensuring Access to Education for All. Paris: UNESCO

UNESCO (2009). Policy Guidelines on Inclusion in Education. Paris: UNESCO

Vio, C., Tressoldi, P.E., & Lopresti, G. (2012). Diagnosi dei disturbi specifici dell’apprendimento scolastico. Trento: Erickson

Wenger, E. (2006). Comunità di pratica. Milano: Cortina.

WHO (2001). International Classification of Functioning, Disability and Health (ICF). Retrieved from: http://www.who.int/en/

WHO (2007). International Classification of Functioning, Disability and Health. Children &Youth (ICF-CY). Retrieved from: http://www.who.int/en/

Yuill, N. M., Oakhill, J. V. & Parkin, A. J. (1989). Working memory, comprehension skill and there solution of text anomaly. In British Journal of Psychology, 80, 351-61.